Chiesa di FastroLocalità: Fastro

Indirizzo: Via Nazionale, Fastro

Descrizione. Non esiste memoria di quando sia stata costruita la prima Chiesetta campestre della contrada di Fastro. Si sa che la comunità di questa borgata, che dipendeva dalla Chiesa Arcipretale di Arsié, il 18 giugno 1647 venne aggiunta a quella di San Vito e Roveri, e che nel 1674 entrambe le comunità si staccarono dalla Chiesa madre. Nel 1748 Fastro ebbe il primo curato, il che comportò la separazione dalla Chiesa di San Vito.

Nello stesso anno, purtroppo, si scatenò la disastrosa alluvione che lasciò semisepolta l'umile Chiesetta, per cui si rese necessaria la costruzione di una nuova Chiesa, non più nella zona a rischio all'imboccatura della strada dei Solivi, ma in località più sicura. Il nuovo umile ma grazioso luogo di preghiera, dedicato a Santa Agnese, è tutt'ora ben conservato e visitabile. Vi si accede dall'interno dell'ampliata attuale bella Chiesa, curata, soprattutto all'esterno, in modo lodevole.

La Chiesa di Fastro, adagiata nel verde e in posizione decisamente felice, fu eretta a Parrocchia nel 1816. Il 22 agosto 1998 fu consacrata e dedicata a Sant'Antonio da Padova. Il soffitto è abbellito da apprezzabili dipinti che raffigurano il Sacro Cuore, la Redenzione e Sant'Antonio, rispettivamente in lunetta, cupola e navata. Oltre all'altare maggiore ci sono cinque altari dedicati, a destra guardando dal portone d'entrata, alla Madonna del Rosario e alla Madonna di Lourdes e, a sinistra, al Sacro Cuore, a Sant'Antonio e a San Giuseppe. Sopra la porta centrale è posto un quadro raffigurante San Rocco. (Fonte: Calendari dell'Auser - Sezione di Arsié)

Cerca nel Sito