Chiesa di San MicheleLocalità: Arsié

Indirizzo: Via Primo Maggio 38, Arsié

Descrizione. La tradizione vuole che nei primi secoli dell'era cristiana in questo luogo di culto si radunassero i primi fedeli e che, anteriormente, in questo stesso posto ci fosse un tempio pagano dedicato a Cerere, dea delle messi. Da questa dea, secondo alcuni storici, avrebbe preso nome il Col di Cer.

I primi dati certi riguardanti la Chiesetta di San Michele risalgono al 1632; si tratta di un atto di virtù del quale si faceva obbligo al Comune di Arsié di mantenerla. Nel 1636 in San Michele si stabilì un eremita francescano, col beneplacito del Vicario Vescovile. Il 26 settembre 1650 la Curia di Padova autorizzò il Vicario foraneo a benedire detto oratorio che, nei periodi di pestilenza, fu adibito anche a lazzaretto, unendo così all'uso sacro quello umanitario. Durante la seconda guerra mondiale la Chiesa subì profanazioni e devastazioni e in seguito, per un certo tempo, nessuno si curò di salvaguardarla. Solo nel 1959 il Genio Civile fece alcuni lavori di sistemazione del tetto; l'interno, però, rimaneva nel più completo abbandono e per questo non poté essere riconsacrata.

Attualmente la Chiesa è teatro di mostre di antichi lavori o utensili e centro dell'area agricola in occasione della Fiera delle Anime. (Fonte:Calendari dell'Auser - Sezione di Arsié)

Cerca nel Sito