Nato ad Arsié il 30 dicembre 1854, compì gli studi giovanili a Mantova e quindi all'Università di Padova, dove si laureò giovanissimo in Legge. Come primo incarico importante fu Presidente al Tribunale di Roma. Nel 1902 coprì la carica di Consigliere alla Corte d'Appello di Venezia e, in seguito, di Presidente, Procuratore Generale del Re e Primo Presidente della Corte stessa.

Cavaliere di Gran Croce e Presidente Onorario di Corte di Cassazione, morì ad Arsié l'11 novembre 1926.

Il suo nome rimane legato al famoso "Processo degli Slavi" che si svolse a Venezia nel 1910. Il caso interessava quattro russi: la signora Tarnowska e il suo amante Prilukov (mandanti), un altro giovane amante, Naumov (esecutore), e un terzo amante (vittima) coinvolti nel fatto di sangue consumato a Venezia il 4 settembre 1907, che all'epoca fece molto scalpore.

Il suo nome figura in una lapide muraria sulla facciata della dimora dei Fusinato ad Arsié. (Fonte: Calendari dell'Auser - Sezione di Arsié)

Cerca nel Sito